Ora che sono ormai giunta alla pensione, la meta da tanti anni desiderata, volevo volgere un saluto alla Dirigente Scolastica, a tutti i docenti, ai genitori e agli alunni della scuola primaria di Montebello.
Per me stanno arrivando gli ultimi giorni di lavoro e mi dispiace lasciare la scuola perché l’ho sempre considerata come la mia casa, la mia famiglia e, quando si creava un problema, cercavo sempre di trovare il modo per risolverlo come si fa in famiglia. Non sono mancate certo luci e ombre, soprattutto in questi ultimi anni. Il ricambio continuo del personale ha creato un clima diverso rispetto a quello dei miei primi anni di servizio: è venuta a mancare la serenità e l’impegno a costruire relazioni positive, superando i problemi e le difficoltà che fanno parte del lavoro e della vita. Con gli anni ho capito che per star bene sul posto di lavoro bisogna costruire un clima disteso, fatto di complicità e condivisione e che un sorriso, un abbraccio, un semplice ciao dagli alunni, l’apprezzamento dei genitori che ci affidano i loro figli è il riconoscimento più prezioso.
In questi 33 anni di servizio spero di essere stata come una sorella e un’amica verso gli alunni, e se molte volte mi sono mostrata severa è stato solo per insegnare loro il rispetto delle persone e delle regole, ricordandogli che oggi questo insegnamento è per loro, ma un domani lo trasmetteranno ai loro figli.
Grazie ai colleghi e ai docenti per i begli anni passati assieme nella scuola primaria di Montebello Vicentino. Spero che le persone che verranno dopo di me, continueranno a coltivare la scuola come se fosse un giardino, con amore e altruismo, per realizzare un clima accogliente che faccia sentire gli alunni a loro agio e al sicuro.
Un forte abbraccio a tutto il personale e ai genitori della scuola.

Clara Amadio